Cosa vedere a Gubbio in mezza giornata

Gubbio è una tappa da inserire all’interno di un viaggio in Umbria sia per la posizione della città, a nord est della regione, ma soprattutto perché ci sono tante cose interessanti e poco conosciute da scoprire. Potrete dedicare mezza giornata per vedere questa città molto carina e ricca di storia, location della fortunata serie televisiva di Don Matteo.

 

Partite dal Duomo di Gubbio, un’autentica gemma che ospita opere del Cinquecento e due organi bellissimi della stessa epoca. Siete in piazza Grande e non potete non visitare il Palazzo dei Consoli, simbolo cittadino gotico, importante per capire il peso di Gubbio durante il periodo medievale. Qui potrete visitare il “campanone” e le tavole Eugubine, sette tavole bronzee dove è iscritto un testo in umbro, databili tra il III e il II secolo a.C.

 

Ora fermatevi ad ammirare il Palazzo Ducale, del secondo Quattrocento, voluto dal Duca Federico di Montefeltro. Posto di fronte al Duomo, è un esempio unico rinascimentale incastonato in una città tipicamente medievale. Continuate il vostro percorso e prestate attenzione alla Casa di San Ubaldo, una vecchia casa torre dove dimorava il Santo di Gubbio tra il due e il Trecento. Si visita gratuitamente ed è un bel palazzo posto nella via principale del centro storico di Gubbio.

 

Dirigetevi fuori dalle mura antiche per ammirare il Teatro Romano del I secolo a.C., che ospita d’estate tanti spettacoli classici. Prendete la funivia di Colle Eletto e, adesso, guardate dall’alto la città. Qui troverete la Basilica di Sant’Ubaldo, edificata su una preesistente piccola chiesa dedicata al santo. A questo punto avete due possibilità di visita: passeggiare per il Parco Coppo oppure ridiscendere e visitare la Porta Romana e la bella torre medievale. Il museo costa 3 euro, si visita in poco tempo e vi offre la possibilità di chiudere nel migliore dei modi la vostra visita alla città.

 

Dove mangiare a Gubbio

 

Posto tra il teatro romano e la fontana del Bargello c’è l’osteria dei Re, conosciuto per un antipasto molto ricco e per le sue porzioni generose. Assaggiate il famoso “piatto del Re”. L’osteria del Bottaccione è un ristorante economico con un menu di piatti poveri, personale cortese e sorridente e una location molto suggestiva. Consigliata se cercate un’atmosfera verace.

A due passi dal Palazzo dei Consoli c’è il ristorante “All’Antico Frantoio”, in via del Teatro Romano, che offre un menu turistico a 20 euro con porzioni abbondanti ed è a ridosso delle mura cittadine.

Se cercate un’atmosfera più sofisticata ed un’ampia scelta dei vini, andate in via Dante alla Locanda del Cantiniere, prendete il vino di Montefalco e assaggiate il pane al cioccolato.

Un locale, invece, dove assaggiare una crescia fenomenale è, appunto, La Cresceria in Via Cavour, squisita e preparata con diversi salumi. Attenzione che il locale è sempre pieno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *